Dottoressa Erminia Ferrari sui vaccini anti Covid: “Mettiamo fine a questo scempio!”

Pubblichiamo l’appello della dottoressa Erminia Ferrari, medico di base, su quanto sta succedendo in Italia riguardo alla vaccinazione di massa con prodotti a tecnologia mRNA:

Come può accadere che altri colleghi, ascoltino le stesse cose che ascolto io, senza processarle? […] Veramente rimango ancora e sempre di più attonita di fronte alla totale mancanza di presenza alle cose che stanno accadendo. In questi giorni, purtroppo, ho appreso di tantissime notizie, ma che non sono solo di questi giorni, adesso che i numeri stanno diventando veramente importanti, di morti improvvise, di ragazzini sportivi, e quindi ragazzini che hanno fatto attività sportiva di tipo agonistico, quindi che hanno fatto tutti quei controlli necessari[…]“.

C’è un’interrogazione parlamentare di 300 morti fra i giovani, 300 morti, c’è un’interrogazione al ministro Speranza, ministro Speranza, ci vuoi ascoltare finalmente? […] La paura è stato il problema più importante in questi due anni che ha spinto a questa follia, a questa follia assurda! Io non riesco a comprendere come il principio di precauzione sia stato totalmente dimenticato! Dimenticato! La scienza è fatta di studi! La scienza è fatta di analisi! E dopo i documenti che ci sono fuori, adesso sia della stessa BioNTech dove si parla di insicurezza del vaccino, dove si parla di scarsa efficacia! Si parla in queste pagine, che sono state le pagine pubblicate dalla BioNTech rivolte agli investitori, non alle povere persone che si sono sottoposte a questo farmaco sperimentale che sta seminando malattia e morte! E mi assumo le responsabilità di quello che sto dicendo perché mi sto basando sui fatti! Sui fatti!“.

[…] E stiamo parlando di aprire la campagna vaccinale ai lattanti?! Dopo le morti che si stanno verificando fra i ragazzini agonisti?! Oh, ma io dico una cosa, genitori ma dove siete? Informatevi! E non informativi con i colleghi che vi danno delle informazioni sbagliate! Io capisco che voi non sappiate dove sbattere la testa, e che diciate che bisogna fidarsi della scienza, ma questa non è scienza! La scienza è basata sugli studi, e gli studi cominciano ad esserci. Non si siete neanche posti il minimo dubbio di quello che la spike potesse fare? Lo diciamo da due anni, tantissimi biologi, tantissimi medici, lo diciamo da due anni che la spike è un veleno! E’ un veleno! E noi abbiamo un pro-farmaco, perché questo farmaco ad mRNA è un pro-farmaco che serve alla fabbricazione interna della spike! […] E’ una proteina tossica!“.

[…] Io ieri, quando ho appreso la morte di questa ragazzina di 13 anni che era una campionessa di canottaggio, ho pianto mezz’ora, perché io sono una madre, oltre che essere un medico! Ho fatto degli appelli, ho continuato a fare degli appelli su questo argomento, ci metto la faccia, ci sto mettendo la faccia, vi prego mamme, svegliatevi, svegliatevi, vi prego colleghi, svegliatevi, vi prego, vi prego!“.

PER CONDIVIDIRE QUESTO ARTICOLO CLICCA SULL'ICONA DEL TUO SOCIAL PREFERITO:

Inserisci un commento per partecipare alla discussione:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.