I direttori finanziari di Pfizer e Moderna si dimettono: i vaccini diventano fattori di rischio

BioNTech, azienda tedesca di biotecnologia e biofarmaceutica, ha dovuto sottolineare nel suo rapporto annuale i rischi che il proprio vaccino Covid comporta per l’azienda. L’azienda produttrice del vaccino anti-Covid Pfizer spiega inoltre che le nuove scoperte sui problemi di sicurezza e la scarsa efficacia del vaccino possono portare a enormi perdite finanziarie.

La stessa linea aziendale si può leggere anche nel rapporto annuale di Moderna.

Il direttore finanziario di Moderna, David Meline, ed il direttore finanziario di Pfizer, Frank D’Amelio, si dimetteranno a breve dai loro incarichi. I nuovi direttori finanziari subentreranno a maggio. La tempistica della decisione spingerebbe a credere che per gli attuali direttori finanziari sia giunto il momento più opportuno di lasciare l’incarico: dall’inizio del 2022 i prezzi delle azioni Pfizer sono in netto calo. Discorso simile può essere fatto anche per le quotazioni di Moderna.

Per BioNTech e Pfizer, il controverso vaccino anti-Covid comporta grossi rischi: se al momento viene cavalcata l’ondata di utili finanziari che la pandemia ha fatto guadagnare alle aziende coinvolte, tutti gli investitori ed i soggetti coinvolti sono consapevoli che la situazione può cambiare, ed anche molto velocemente. Tutti i rapporti delle società (Annual Report BioNTech, Annual Report PFIZER INC., Annual Report Moderna, Inc.) all’autorità di vigilanza e controllo della Borsa, riportano i vaccini come investimenti a rischio, perché dagli studi clinici dei preparati di emergenza o approvati condizionatamente, oltre a un’efficacia inadeguata, possono far insorgere in qualsiasi momento ulteriori gravi rischi per la sicurezza.

In sintesi, non si può garantire che in futuro una vaccinazione contro Covid-19 sarà ancora necessaria, né che il prodotto abbia un’efficacia e una durata d’azione convincenti, né che il vaccino sia sicuro. 

Gli ingenti profitti dati dai vaccini Covid potrebbero volgere, dunque, rapidamente alla fine e addirittura ad essere improvvisamente invertiti a causa di un crollo delle entrate dalla mancata vendita dei vaccini essendoci meno richieste, e dalle richieste di risarcimento danni anche elevate. E proprio in questo frangente di tempo, sia in Pfizer che in Moderna, i direttori finanziari che hanno guidato le aziende attraverso la pandemia vengono sostituiti.

Fonte: I vaccini diventano fattori di rischio: si dimettono i CFO di Pfizer e Moderna

PER CONDIVIDIRE QUESTO ARTICOLO CLICCA SULL'ICONA DEL TUO SOCIAL PREFERITO:

Inserisci un commento per partecipare alla discussione:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.