Imprenditore muore dopo la terza dose di vaccino

Un noto imprenditore di Lanciano (Ch) muore poche ore dopo aver fatto la terza dose di vaccino anti Covid.

Italo Di Nenno, 60 anni sposato e con una figlia, è stato trovato morto verso le 20 di ieri sera dalla moglie sul posto di lavoro.

Era accasciato nel proprio ufficio vicino casa. Vani i tentativi della moglie di soccorrerlo, chiamandolo e tentando di rianimarlo, ma ormai non respirava più. Anche l’arrivo del 118 non ha potuto fare altro che riscontrare la morte dell’uomo.

I Carabinieri, chiamati anch’essi sul luogo dell’accaduto, hanno prontamente ascoltato la moglie ed i familiari, e hanno inviato un’informativa alla magistratura. Un’inchiesta è stata aperta dalla Procura affinché dall’autopsia si possa accertare se c’è stata correlazione tra l’inoculazione della terza dose e la morte improvvisa dell’imprenditore.

La moglie ha raccontato ai Carabinieri che il marito, in perfetta salute, era andato la mattina a sottoporsi alla terza dose di vaccino anti Covid.

“Non aveva nulla, era sano. Fino alle 19, quando l’ho visto, stava bene, poi non so cosa sia successo. Lui era amico di tutti, sapeva farsi volere bene. Siamo disperati”, queste le parole della moglie raccolte da Abruzzolive.tv.

PER CONDIVIDIRE QUESTO ARTICOLO CLICCA SULL'ICONA DEL TUO SOCIAL PREFERITO:

Inserisci un commento per partecipare alla discussione:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.