Migranti, Draghi dalla Turchia: “Siamo il paese più aperto ma non possiamo accogliere senza limiti”

Il premier parla di migranti in conferenza stampa con il presidente turco Erdogan ad Ankara. E sulla Libia dice: “La stabilizzazione e la pace della Libia sono prioritarie”

ROMA – La nostra “gestione della migrazione deve essere umana ed efficace, cerchiamo di salvare i migranti nei mari nostri e anche quelli che ci vengono portati. “Il nostro comportamento è straordinario, siamo il Paese più aperto ma non si può essere aperti senza limiti. A un certo punto il Paese che accoglie non ce la fa più“. Ecco questo è un tema “che poniamo in UE oggi. Forse siamo il paese meno discriminante, il più aperto possibile ma anche noi abbiamo dei limiti e ora li stiamo affrontando”. Lo dice il premier Mario Draghi, in conferenza stampa con il presidente turco Erdogan ad Ankara.

“ITALIA E TURCHIA SONO AMICI, PARTNER E ALLEATI”

C’è la “volontà comune di rafforzare la collaborazione tra i nostri Paesi. Italia e Turchia sono amici, partner e alleati”. Lo dice il premier Mario Draghi, in conferenza stampa con il presidente turco Erdogan ad Ankara. “Il vertice di oggi serve a rafforzare legami commerciali tra i nostri Paesi”, dice ancora Draghi.

“PER LA LIBIA LAVOREREMO IN STRETTO COORDINAMENTO CON LA TURCHIA”

Sulla Libia “il nostro coordinamento tra due paesi che hanno le stesse prospettive e gli stessi obiettivi diventerà più stretto in futuro e abbiamo deciso di lavorare in modo molto stretto insieme”. Mario Draghi, presidente del Consiglio, lo dice in conferenza stampa da Ankara rispondendo ad alcune domande, dopo l’incontro con il presidente turco Recep Tayyp Erdogan.
Draghi ha detto tutto quello che volevo dire io, quindi gli dico grazie”, chiosa Erdogan.

STABILIZZAZIONE E PACE OBIETTIVI PRIORITARI ITALIA E TURCHIA

La stabilizzazione e la pace della Libia sono obiettivi prioritari dell’Italia e della Turchia”. Lo dice il premier Mario Draghi, in conferenza stampa con il presidente turco Erdogan ad Ankara.

“ITALIA E TURCHIA UNITE IN CONDANNA INVASIONE RUSSA”

Italia e Turchia sono unite nella condanna dell’invasione Russia dell’Ucraina” e sono unite nel “cercare una soluzione” e per “garantire una pace stabile e duratura, una pace che l’Ucraina e il presidente Zelenski ritengano accettabile”. Lo dice il premier Mario Draghi, in conferenza stampa con il presidente turco Erdogan ad Ankara.

ACCORDO SU GRANO DI IMPORTANTISSIMO VALORE STRATEGICO

Un accordo sullo sblocco del grano tra Russia e Ucraina “sarebbe il primo atto di concordia, il primo tentavo di arrivare a un accordo per un fine che deve coinvolgerci tutti, ne va la vita di milioni di persone”. E avrebbe “un importantissimo valore strategico”. Lo dice il premier Mario Draghi, in conferenza stampa con il presidente turco Erdogan ad Ankara.

Fonte: Agenzia DIRE, www.dire.it

PER CONDIVIDIRE QUESTO ARTICOLO CLICCA SULL'ICONA DEL TUO SOCIAL PREFERITO:

Inserisci un commento per partecipare alla discussione:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.