Nature, nuovo studio: “PROVE EVIDENTI di un AUMENTO del rischio di MIOCARDITE e PERICARDITE con vaccini mRNA”

Un nuovo studio peer-reviewed appena pubblicato dalla prestigiosa rivista scientifica Nature, che ha utilizzato i dati sulle dimissioni ospedaliere e sui vaccini a livello nazionale in Francia, fornisce prove evidenti di un aumento del rischio di miocardite e pericardite nella settimana successiva alla vaccinazione contro Covid-19 con vaccini mRNA sia nei maschi che nelle femmine“.

Lo studio è intitolato “Age and sex-specific risks of myocarditis and pericarditis following Covid-19 messenger RNA vaccines” e prende in esame le segnalazioni di casi di miocardite e pericardite in seguito al ricevimento di vaccini mRNA Covid-19.

Poiché le campagne di vaccinazione devono ancora essere estese, abbiamo mirato a fornire una valutazione completa dell’associazione, per vaccino e per sesso ed età. Utilizzando i dati sulle dimissioni ospedaliere e sui vaccini a livello nazionale, abbiamo analizzato tutti i 1612 casi di miocardite e 1613 casi di pericardite verificatisi in Francia nel periodo dal 12 maggio 2021 al 31 ottobre 2021.

Eseguiamo studi caso-controllo abbinati e troviamo maggiori rischi di miocardite e pericardite durante la prima settimana dopo la vaccinazione, e in particolare dopo la seconda doseLe associazioni più grandi si osservano per la miocardite dopo la vaccinazione con mRNA-1273 in persone di età compresa tra 18 e 24 anni.

Le stime dei casi in eccesso attribuibili alla vaccinazione rivelano anche un carico sostanziale di miocardite e pericardite in altri gruppi di età sia nei maschi che nelle femmine“.

Fonte: Nature Communications

PER CONDIVIDIRE QUESTO ARTICOLO CLICCA SULL'ICONA DEL TUO SOCIAL PREFERITO:

Inserisci un commento per partecipare alla discussione:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.