“NON VACCINATEVI!”: le considerazioni di un medico endocrinologo

Pubblichiamo le considerazioni che Pietro Gasparoni, medico endocrinologo, ha voluto scrivere sul suo profilo su Facebook:

“NON VACCINATEVI!

Notizie di oggi. Ho sentito anche alla radio stasera in auto tornando dal lavoro l’invito promosso dal Ministero della Sanità(?) alla 4^ vaccinazione contro Sars-Cov-2.

Aspettate un attimo.

NON VACCINATEVI!

O pensateci dopo aver letto le mie considerazioni, che molti medici e sanitari condividono, non solo i no vax mandati a casa dallo stesso Zaia, grande, infinito bugiardo e manipolatore mediatico, che oggi vorrebbe di nuovo in corsia.

Una domanda. Perché oggi così tanti positivi al Sars-Cov-2? Perché così tanti herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio)? Perché così tante tiroiditi di De Quervain, malattia ad eziologia generalmente virale? Perché molte malattie autoimmuni a breve distanza dalle vaccinazioni? E potrei continuare con patologie cardiache anche severe…

Perché il lombrosiano microcefalo Speranza sostiene una distorta informazione unica.

Cerco di spiegare nella maniera più semplice possibile, pronto ad interagire per chiarimenti e dubbi.

Parliamo di vaccino ad mRNA (Moderna e Pfizer). AstraZeneca è stato dimenticato dopo i morti provocati, ora “regalato” dal generoso Mondo occidentale all’Africa.

Con il vaccino ci viene iniettato una informazione, come un piccolo stampo, che entra nella cellula e poi nella fabbrica delle proteine. Insegna a produrre la celeberrima proteina Spike (quella che permette al virus di agganciarsi alle cellule umane, entrare e far danno). La cellula incomincia a rilasciare nel sangue dosi crescenti di questa proteina che il sistema immunitario non riconosce come nostra ed inizia a produrre anticorpi per disattivarla. Più vaccino facciamo più stimoliamo il sistema immunitario a produrre in modo monolocale (a senso unico) l’anticorpo anti Spike.

Faccio un esempio per la comprensione.

Una casa di auto ha 5 linee di produzione di macchine diverse, ma ad certo punto il mercato vuole solo 500, non per un periodo ma continuamente. La dirigenza decide di spostare le maestranze e rallenta fino a bloccare alcune linee produttive e i macchinari arrugginiscono.

Succede al nostro sistema di difesa a cui si richiede di produrre un solo anticorpo. Le altre filiere, quelle della difesa naturale, riducono la produzione e il vaccinato con più vaccinazioni diventa immunodeficente. Con facilità prende il Covid19, viene ridotta la possibilità della cosiddetta immunizzazione di gregge (condizione odierna di numero crescente di positivi), gli capita il fuoco di Sant’Antonio, la tiroidite virale. Senza pensare a patologie più gravi a seguito del disturbo della difesa naturale e, in soggetti con predisposizione, si possono scatenare condizioni gravi come malattie autoimmuni o le miocardiopatie.

Ma queste informazioni non verranno mai dette. Ho testimonianze reali che la classe medica ha una immorale omertà a segnalare anche solo nel dubbio queste situazioni.

Con questo vaccino NON VACCINATEVI.

Mi pare così ovvia questa considerazione. Al di là della premessa scientifica. Se 3 dosi non sono servite, servirà la quarta? Meglio un rito sciamanico!

Sono medico, rischio molto con quello che scrivo. Non ho altri canali per comunicare, se non nei social. Spero vi sia condivisione. Sono consapevole di poter essere richiamato e sanzionato dall’ordine dei Medici. È già capitato ad altri.

È la mia onestà morale e professionale di quasi 50 anni di lavoro come medico di Medicina Interna che mi impongono di essere contro il proseguimento della nuova campagna vaccinale. Non questo tipo di vaccino. Ma altri non ve ne sono.

Non sono solo. Circa 2 mesi fa oltre il 30% dei medici trevigiani ha votato contro il bilancio annuale (atto formale) dell’Ordine dei Medici di Treviso per presa di posizione contro modalità della vaccinazione anti Sars-Cov-2.”

PER CONDIVIDIRE QUESTO ARTICOLO CLICCA SULL'ICONA DEL TUO SOCIAL PREFERITO:

4 commenti su ““NON VACCINATEVI!”: le considerazioni di un medico endocrinologo

  1. Perché continuano a dire che chi non si vaccina ha molte possibilità di morire contraendo il covid 19 ?

  2. A tutt’oggi, in tutto il mondo, nessuno ha ancora capito realmente come gestire la pandemia da Covid19, tanto che negli ultimi 2 anni, cioè da quando è iniziata la pandemia, ci sono state molte voci discordanti e molti interventi che non hanno portato ad alcuna soluzione concreta.
    Per esempio, in un video che abbiamo pubblicato, il professor Crisanti ha pubblicamente affermato che “Negli ospedali a morire di Covid sono i vaccinati, non i no vax”:
    https://www.veromagazine.it/crisanti-negli-ospedali-a-morire-di-covid-sono-i-vaccinati-non-i-no-vax-video/

Inserisci un commento per partecipare alla discussione:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.