Nuovo Codice della Strada: sarà in vigore dal 10 novembre

Ci saranno nuove regole introdotte dal decreto Infrastrutture (in pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale entro il 10 novembre). Dal 10 novembre infatti bisognerà rispettare nuove norme e prestare maggiore attenzione sia alla guida di autoveicoli, sia utilizzando motoveicoli e monopattini.

Di seguito l’infografica riassuntiva:

nuovo codice della strada

Telefonino alla guida: il divieto sarà esteso anche a computer (portatili/notebook) e tablet

Saranno quindi multati tutti i trasgressori che utilizzeranno alla guida non solo qualsiasi apparecchio radiotelefonico, ma anche “smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante“.

Parcheggi per disabili: multe più salate e più severe

Anche per i parcheggi per disabili ci saranno multe più salate e più severe: le sanzioni passeranno da 168€ a 672€ mentre i punti decurtati dalla patente passeranno da 2 a 6 punti.

Inoltre, dal 1° gennaio 2022 le persone con disabilità potranno parcheggiare gratuitamente nei parcheggi contrassegnati dalle strisce blu nel caso fossero già occupate le altre specifiche aree di sosta, ma dovranno comunque avere l’apposito contrassegno (si può richiedere presso gli uffici dei Vigili Urbani).

Aumenteranno anche i parcheggi riservati alle donne in gravidanza (i cosiddetti parcheggi rosa) e i parcheggi riservati ai genitori con figli fino a 2 anni, ma dovrà sempre essere esposto l’apposito contrassegno valido.

Regole per moto e motorini

Tutti i conducenti di moto e motorini, che non faranno indossare al trasportato il casco, saranno multati, a prescindere dell’età del passeggero.

Monopattini: nuove regole e obblighi

Le nuove regole sui monopattini rendono obbligatori le frecce, gli stop e i freni su entrambe le ruote (tutti i monopattini già in commercio hanno tempo fino al 1° gennaio 2022 per mettersi in regola). Per i monopattini a noleggio l’assicurazione sarà obbligatoria. Veniamo ai limiti di velocità: il massimo consentito nelle aree pedonali è di 6 km/h, mentre in tutti gli altri casi sarà di 20 km/h. Vietato circolare e sostare sui marciapiedi, e vietato procedere contromano.

Foglio rosa

Il foglio rosa durerà un anno e non più sei mesi. L’esame di guida per conseguire la patente B potrà essere ripetuto 3 volte. Per i neopatentati è prevista la possibilità di guidare un mezzo fino a 95 Cv di potenza, con l’obbligo di avere accanto una persona di età non superiore ai 65 anni che abbia una patente conseguita da almeno 10 anni.

Le sanzioni per chi si esercita senza un istruttore saranno più alte: andranno da un minimo di 430€ fino ad un massimo di 1.731€, con in più la sanzione accessoria del fermo amministrativo del veicolo per 3 mesi.

Contributo per il conseguimento della patente

Ci sarà un contributo per il conseguimento della patente per chi riceve il Reddito di Cittadinanza o altre tipologie di contributi sociali. Questo contributo, disponibile dal 1° gennaio 2022 fino al 30 giugno 2022, avrà un tetto di 1.000€ per i giovani fino a 35 anni e non dovrà superare il 50% del totale delle spese sostenute per il conseguimento della patente. Importante è che questo contributo potrà essere richiesto solo da chi dimostrerà di aver deciso di lavorare nel settore degli autotrasporti: entro 3 mesi dal conseguimento dell’attestato dovrà aver firmato un contratto di lavoro come conducente.

Auto a noleggio

Le infrazioni commesse alla guida dell’autoveicolo a noleggio dovranno essere pagate dal conducente del mezzo, ovvero dal cliente. Di conseguenza le società di noleggio dovranno fornire agli uffici le generalità ed i dati del cliente che ha sottoscritto il contratto di noleggio, per la corretta notifica del verbale.

Auto elettriche

Le colonnine per la ricarica elettrica dovranno essere occupate solo per il tempo necessario alla ricarica, e comunque dopo un’ora scatta il divieto di sosta. Tale limite temporale non vale dalle ore 23 alle ore 7 (ad eccezione degli spazi riservati alle colonnine fast e alle super fast, che dovranno essere liberati non appena terminata l’operazione di ricarica).

Attraversamenti pedonali

Dovrà essere garantita la precedenza ai pedoni che stanno attraversando le strisce pedonali o che sono in procinto di attraversarle.

Mezzi pubblici inquinanti

Per rispettare maggiormente l’ambiente e diminuire le emissioni di CO2 nei centri urbani, sarà vietata la circolazione dei veicoli Euro 1 di categoria M2 e M3 a decorrere dal 30 giugno 2022, e a decorrere dal 1° gennaio 2023 anche ai mezzi Euro 2. Dal 1° gennaio 2024 il divieto sarà attivo anche per i mezzi Euro 3.

No alla pubblicità offensiva e discriminatoria

Saranno vietate tutte le forme di pubblicità dal contenuto considerato sessista o violento, così come per i “messaggi lesivi del rispetto delle libertà individuali, dei diritti civili e politici, del credo religioso o dell’appartenenza etnica oppure discriminatori con riferimento all’orientamento sessuale, all’identità di genere o alle abilità fisiche e psichiche“. Tutti coloro che non rispetteranno il divieto subiranno la revoca della relativa autorizzazione e la rimozione del cartello pubblicitario.

Passaggi a livello

I passaggi a livello potranno essere muniti di telecamere atte ad accertare e a rilevare in maniera automatica il rispetto del divieto di attraversamento.

Trasparenza delle multe

Gli enti locali, che incasseranno le multe per le infrazioni del Codice della Strada, dovranno dichiarare a cosa saranno destinati i proventi derivati dalle multe. Tali dichiarazioni dovranno essere pubblicate sui siti istituzionali.

PER CONDIVIDIRE QUESTO ARTICOLO CLICCA SULL'ICONA DEL TUO SOCIAL PREFERITO:

Inserisci un commento per partecipare alla discussione:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.