Nuovo studio: c’è correlazione tra Herpes Zoster e vaccinazioni a mRNA Covid. Rilevata la presenza di proteine Spike nelle lesioni cutanee

Da quando è stata avviata la campagna di vaccinazione contro COVID-19, un’ampia varietà di effetti avversi cutanei dopo la vaccinazione è stata documentata in tutto il mondo, tra cui reazione al sito di iniezione o il cosiddetto braccio COVID, reazione orticaria, rash morbilliforme, lesioni vescicopapulari, lesione simil-rosea pitiriasi, porpora, vasculite, trombo, ulcera , e la riattivazione degli herpesvirus.

Secondo quanto riferito, la riattivazione del virus della varicella zoster (VZV) è stata la reazione cutanea più frequente negli uomini dopo la somministrazione di vaccini mRNA COVID-19, in particolare con BNT162b2 ( Pfizer).

La vaccinazione con mRNA COVID-19 potrebbe indurre la riattivazione persistente di VZV perturbando il sistema immunitario, sebbene sia rimasto sfuggente se la proteina spike espressa abbia svolto un ruolo patogeno.

Conclusione

Abbiamo presentato un caso di infezione persistente da varicella zoster virus y a seguito della vaccinazione con mRNA COVID-19 e la presenza di proteine ​​spike nella pelle colpita. È necessaria un’ulteriore vigilanza sull’effetto collaterale del vaccino e indagini per il ruolo di SP.

Link allo studio: https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/cia2.12278

PER CONDIVIDIRE QUESTO ARTICOLO CLICCA SULL'ICONA DEL TUO SOCIAL PREFERITO:

Inserisci un commento per partecipare alla discussione:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.