Una bambina siriana è morta di sete su un barcone carico di migranti

Una bambina di quattro anni, Loujin, è morta tra le braccia della madre mentre diceva “mamma ho sete“. La tragedia è accaduta su di un barcone carico di migranti che proveniva dal Libano in direzione Europa. La piccola viaggiava con la mamma e una sorellina di un anno, da dieci giorni senza acqua né cibo.

Dal barcone, bloccato da giorni in mezzo al Mediterraneo, erano partite ripetute chiamate di soccorso e di aiuto alle autorità istituzionali delle zone Sar (“Search and Rescue”) di Malta e della Grecia, ma nessuno ha risposto. Solo una nave mercantile, inviato dalle autorità greche, ha risposto alla chiamata e ha prestato soccorso, ma per la bambina era ormai troppo tardi: all’arrivo della nave era già morta. La sorella più piccola è stata ricoverata in ospedale in gravi condizioni: per tentare di dissetarsi ha ingerito troppa acqua di mare.

Le politiche europee in fatto di immigrazione ancora una volta hanno chiaramente fallito.

PER CONDIVIDIRE QUESTO ARTICOLO CLICCA SULL'ICONA DEL TUO SOCIAL PREFERITO:

Inserisci un commento per partecipare alla discussione:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.