Vaiolo delle scimmie, Oms valuta “emergenza internazionale”

Il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus ha detto: “Il focolaio di vaiolo delle scimmie è insolito e preoccupante, per questo motivo ho deciso di convocare il Comitato di Emergenza ai sensi del Regolamento Sanitario Internazionale la prossima settimana, per valutare se questo focolaio rappresenti un’emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale”.

ll Comitato di Emergenza è convocato per il 23 giugno, ha precisato Tedros, spiegando che l’Oms “sta anche lavorando con partner ed esperti di tutto il mondo per cambiare il nome del vaiolo delle scimmie” e sarà fatto un annuncio sul nuovo nome “il prima possibile”.

Tuttavia “l’Organizzazione mondiale della sanità non raccomanda la vaccinazione di massa contro il vaiolo delle scimmie”. Benché i vaccini anti-vaiolo forniscano “una certa protezione” contro il Monkeypox, “i dati clinici sono limitati”, come pure è “limitata l’offerta” di prodotti.

Pertanto, “qualsiasi decisione sull’opportunità di utilizzare i vaccini contro il vaiolo delle scimmie dovrebbe essere presa insieme dalle persone potenzialmente a rischio e dai sanitari che li assistono, caso per caso sulla base di una valutazione rischi-benefici”.

Nel frattempo la Commissione europea finalizzerà un contratto per l’acquisizione di 110mila dosi di vaccino contro il vaiolo delle scimmie, che saranno presto a disposizione dei Paesi membri che ne hanno maggiore necessità. “Questo è un chiaro segnale – ha detto la commissaria Ue per la Sanità Stella Kyriakides – che l’agenzia Hera (l’Autorità per la preparazione e la risposta sanitaria della Commissione Europea) può rispondere efficacemente alle minacce alla salute“.

Fonte: Tiscali news

PER CONDIVIDIRE QUESTO ARTICOLO CLICCA SULL'ICONA DEL TUO SOCIAL PREFERITO:

Inserisci un commento per partecipare alla discussione:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.